Login

Sostieni Siroco

Contribuisci alle attività culturali di Siroco Vog.l.iamo a SudEst con un contributo volontario una tantum o periodico.

Fare cultura costa.

Stage di Pizzica e Tamburello

Periodo: dal 6 all'8 agosto e dal 26 al 28 agosto ore 20,00/21,30

Docente: Matilde Mastria Iscriviti online con PayPal

 

 

 

 


Stage di Pizzica

Si articola in 5 ore in 3 pomeriggi.

E' aperto a tutti ma preferibilmente meglio agli adulti; non è necessario si venga in coppia ed è consigliabile indossare scarpe morbide e un abbigliamento comodo e leggero. Per l'attivazione del corso il numero minimo di partecipanti è di 4 fino ad un massimo di 16 persone.

Lo stage comprende la contestualizzazione storica della pizzica, la distinzione delle tre forme di espressione della pizzica (pizzica de core, pizzica tarantata, pizzica scherma). Si passa poi alla spiegazione tecnica dei passi base più comuni per applicarli alla relazione donna e uomo; due modalità differenti d’interpretazione della danza, approfondimento dello stile maschile e femminile. Particolare attenzione è dedicata alla differenza di stili legata alle differenti aree del Salento come tra pizzica leccese e quella brindisina. Si analizza il cerimoniale della “ronda”: modalità di entrata, scelta del compagno e invito, rapporto tra i danzatori, attenzioni sullo sguardo e l’intesa. Essendo una danza di improvvisazione, nella pizzica si danza se stessi, si porta il proprio essere uomo o donna; senza “core” non vi è pizzica ma solo vuota danza estetica. Perciò grande importanza sarà riservata alle “intenzioni”: ogni movimento della danza è finalizzata alla comunicazione, alla interpretazione, alla rielaborazione dei passi e all’improvvisazione.

La “Pizzica” non è solo un ripiegarsi sul passato, alla ricerca difensiva di un’identità perduta, non un recupero nostalgico, ma un procedimento di espressione autonoma, contrapposto al condizionamento della musica commerciale. “Il corpo” -strumento musicale- riceve ed emette suoni che assumono importanza a livello psicologico, i “nostri” ritmi muovono il corpo in una danza liberatoria che acquieta la mente e lo spirito. La riproposizione in chiave terapeutica del rito, del cerchio magico (la ronda), le melodie ripetitive mirano alla guarigione, alla liberazione.

 

 

Matilde Mastria

Appassionata fin da piccola alla Musica popolare di tradizione, Matilde Mastria intraprende il percorso di ballerina di pizzica dal 2004, e come insegnante dal 2007.

Considerevole è il numero delle esibizioni che la vedono protagonista in varie manifestazioni artistiche, tra le quali sono da annoverare le partecipazioni in qualità di ballerina solista con i seguenti gruppi:
- "Antonio Amato Ensemble" a Roma, a Grosseto ed in alcune zone del Salento;
- "Robba de smuju" (gruppo di Uccio Aloisi, ultimo cantore della tradizione salentina, deceduto recentemente), performance avvenute: ad Avellino, alla tappa di Zollino (Le) e Notte della Taranta del 2011;
- "I Calanti", a Teramo nel settembre 2010;
- "Historia Salenti", presso il Parco del Rauccio a Lecce in occasione della pasquetta 2010;
- "Cardisanti", alla Focara di Novoli, nel gennaio 2012;

Ha partecipato altresì in qualità di ballerina di pizzica anche alle seguenti manifestazioni :
- "Borgo in festa", Giugno 2007, a Borgagne (Le);
- presso l'ipercoop di Barletta e di Andria nel 2007;
- presso l'Anfiteatro del castello di Barletta 2007;
- piazza Monte di Pietà, Barletta 2007, in occasione della serata dedicata alle danze popolari;
- presso il Teatro Garibaldi di Bisceglie, in occasione della XI°Concorso regionale per autori di canzoni inedite intitolato "Una canzone per la vita" edizione 2008, organizzato dall'Associazione Progetto Uomo, in collaborazione con il Comune di Bisceglie, Fonopoli sezione pugliese(Associazione culturale di Renato Zero per la ricerca e promozione dei talenti);
- presso il Teatro Politeama greco di Lecce, in collaborazione con la Scuola di danza Alessandra Dance, giugno 2009;
- presso l'Auchan di Taranto e Mesagne, con il gruppo "Lycosa Tarantula", nel 2011;

Nell'ambito dell'attività didattica sono da annoverare sia i corsi di danze popolari, tenuti in qualità di insegnante di danze popolari, che di insegnate di tamburello per l'accompagnamento ritmico della pizzica.

Progetti speciali:
- preparazione al volteggio (ginnastica ritmica artistica in musica a cavallo) per la preparazione al campionato italiano 2011 in collaborazione con l'Associazione Dilettantistica Sportiva Cavallino del Sud (Lecce)
- corso di pizzica per sordomuti gennaio 2010
Alcuni corsi sono stati svolti: a Barletta, in collaborazione con l'Associazione Musicale Corale Il Gabbiano; a Bisceglie, in collaborazione con L'Associazione Comitato Progetto Uomo sede di Bisceglie; a Margherita di Savoia, in collaborazione con la scuola A.S.D.Studio Danza.
Ha effettuato anche conferenze riguardanti le danze popolari, con momento dimostrativo, presso: il punto Einaudi di Barletta; l'Istituto tecnico di Trani in qualità di esperta in progetto pon specifico; presso l'Archivio di Stato di Bari in occasione della Festa della Musica, nel 2008; con l'Associazione "Ancora" di Cerignola, nel 2011; con la Scuola di danza "Butterfly Dance" di Lecce, nel 2009 e nel 2010.

Attualmente, vive a Lecce, insegna pizzica collaborando con varie scuole e continua la sua attività di ballerina partecipando a varie manifestazioni culturali, ponendo particolare attenzione non solo per la parte coreografica, ma anche sull'aspetto socio culturale della tradizione musicale Salentina, convinta del fatto che solo attraverso la conoscenza delle origini e del contesto si può comprendere meglio la peculiarità della pizzica finalizzata com'è alla comunicazione e all'espressione della propria personalità.
Matilde Mastria,oltre ad insegnare pizzica e ad esibirsi in qualità di ballerina, collabora stabilmente dal 1999 in qualità di soprano solista nei programmi concertistici dell'Associazione Musicale Corale Polifonica Il Gabbiano di Barletta dopo una lunga formazione di canto col maestro Gianluigi Gorgoglione e esperienze concertistiche come corista nella corale G.Verdi del Teatro Regio di Parma.

www.coroilgabbiano.it

Posted from my iPhone using Joomla Admin Mobile!

Partnership

Shurhùq Newsletter