Login

Sostieni Siroco

Contribuisci alle attività culturali di Siroco Vog.l.iamo a SudEst con un contributo volontario una tantum o periodico.

Fare cultura costa.

A marzo Shurhùq è donna.

SHURHÙQ torna a soffiare su Gallipoli, città di pietra e acqua. La cittadina diventerà protagonista di una poetica rivisitazione dei suoi luoghi più addormentati, che si sveglieranno al suono dei caldi colori di scirocco. La rassegna, partendo come un tiepido vento primaverile, tornerà in città ad aprire teatri, a illuminare anfratti urbani, ad arredare corti, case e tetti di musica, luci e visioni. La gente scoprirà il piacere di farsi incantare, di scendere in strada a condividere arte e spettacolo con la propria gente, sorprendendosi di scoprire una città meravigliata, accesa, viva e protagonista.

Vocazione di SHURHÙQ è di portare in città l’arte che non c’è e di far vivere con occhi nuovi l’idea stessa di arte e spettacolo; non solo attraverso un radicamento convinto nei luoghi del vivere quotidiano, che non siano solo quelli tradizionalmente adibiti ad arte e cultura, ma con modalità diverse che tramutino la stessa idea di fruizione dello spettacolo in un processo vivo, un naturale aspetto del vivere civile. Le strade del centro storico, le corti, le case, i frantoi ipogei e i sotterranei, i luoghi sacri, i moli, le spiagge, i bastioni, l’isola, le barche diventeranno palcoscenico, piattaforma navigante di un lungo viaggio nella musica, ma anche nel teatro, nella poesia e nelle arti visive, un itinerario di intrugli e misture come nella natura di un vento che è insieme di molte cose. L’ironia e il gioco fanno da ispirazione e fondale a un evento che si costituisce da subito con intenzione continuativa e di crescita e radicamento, combattendo la malattia dell’occasionale che impoverisce la cultura di un luogo, smarrisce il senso sociale, disperde la qualità e lo spessore nel rumore dell’estemporaneo. Di fondamentale importanza operativa sarà al proposito la ricerca dell’alleanza con le realtà associative gallipoline, che già operano sul territorio per la tutela, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio ambientale locale e per conservare e vivificare la ricchezza di valori umani, conoscenze e tradizioni che caratterizzano il vivace centro storico della città. Allo stesso modo si cercherà e provocherà il coinvolgimento di persone e personaggi che già agiscono nel tessuto sociale come connettori di socialità e comunicazione con modalità originali e con le specificità tipiche dello spirito gallipolino, bande musicali comprese.

Saranno coinvolti a giocare e a produrre polvere e vento di Shurhùq salentini e forestieri, avventurieri, pirati e filibustieri della musica, nella prospettiva-vocazione di mettere in comunicazione i talenti, la cultura, le produzioni musicali indipendenti del territorio con artisti di fama nazionale e internazionale.  Shurhùq è vento di sud, fecondo di idee e di incontri.

 

 

 

 

Silvia Manco Trio, Casa Azul

special guest Maurizio Giammarco

8 marzo, Teatro Garibaldi

Isabella Carloni, Viola di mare

19 marzo, Teatro Schipa

Francesca Romana Perrotta

Voci di donne

25 marzo, Teatro Garibaldi

 

 

 

 

Partnership